Total War Saga: Thrones of Britannia, recensione - guerre britanniche!

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 1525501825
Autore: Matteo Tontini
Categoria: videogames





Accuratezza storica - Thrones of Britannia recensione


La capacità di zoomare senza interruzioni da una visuale a volo d´uccello fino a una vicinanza impressionante, che consente di ammirare le armi e persino gli occhi dei singoli combattenti, continua a stupire anche dopo tutti questi anni. Anche l´assedio a una capitale di provincia è un cambiamento rinfrescante rispetto alle solite battaglie: le catapulte sono una rara unità, quindi gli assedi diventano affari sanguinosi e prolungati, decisi da arieti e torri mobili.

Total War Saga: Thrones of Britannia, recensione - guerre britanniche! - immagine 3

Le battaglie sono anche più lente rispetto ai recenti Total Wars - Warhammer soprattutto - poiché gli sviluppatori hanno mirato a simulare le tattiche di quel tempo: se la fanteria ha gli scudi, si impegna a combattere in una formazione apposita che sfrutta lo scudo per proteggersi dagli attacchi nemici. Impressionante quanto abbia raramente usato la visuale battaglia nel corso del gioco. Come nei precedenti capitoli della serie, anche in Thrones of Britannia c´è un´opzione per far sì che l´IA si occupi immediatamente della battaglia al posto dell´utente - e finché il giocatore supera in numero il nemico, è quasi garantito il successo dello scontro. Le uniche volte in cui ho preso parte a una battaglia manualmente è stato quando mi ha attaccato un esercito di forza uguale o superiore, nella speranza che qualche tattica o idea brillante potesse dare una svolta alla battaglia in mio favore. Insomma, il cuore pulsante del gioco è nella mappa e nei menu.



« Precedente     1  2 [3] 4  5     Successiva »   ]

Pagine Totali: 5