The Exorcist: uno sguardo ravvicinato al gioco in realtà virtuale

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 1512459058
Autore: Matteo Tontini
Categoria: videogames





La tensione sale improvvisamente alle stelle, l´ambientazione ecclesiastica che si sposa perfettamente ai riti satanici e agli esorcismi (vedi la statua della Madonna sporca di sangue proprio accanto al confessionale) e il sonoro spettrale rendono l´esperienza di un´inquietudine davvero unica. Soprattutto perché grazie alla realtà virtuale ci si ritrova immersi al 100%, come se la si stesse vivendo sulla propria pelle - o quasi. Non scherzo infatti nel dire che il titolo non è affatto per i deboli di cuore, o comunque per tutti coloro che già con musichetta incalzante e delle macchie di sangue sul pavimento vengono presi dall´ansia.

The Exorcist: uno sguardo ravvicinato al gioco in realtà virtuale - immagine 4

Per quanto riguarda gli enigmi ho trovato una certa somiglianza con The Talos Principle, è piacevole utilizzare le proprie mani per interagire con gli elementi presenti su schermo e risolvere i puzzle. Non si tratta di una lunga esperienza ma in fin dei conti il prezzo è piuttosto basso, con l´inconveniente che bisogna acquistare ogni episodio. Ho completato il primo in circa 45 minuti, ma a seconda di quanto si esplora e interagisce con l´ambientazione la longevità potrebbe salire - non di molto chiaramente. Immagino che una volta distribuiti tutti i capitoli sarà possibile acquistare un pacchetto per averli tutti insieme, e questa sarebbe probabilmente l´opzione migliore.



« Precedente     1  2  3 [4] 5     Successiva »   ]

Pagine Totali: 5