Okami HD, la recensione: giocare con un dipinto giapponese

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 1514619028
Autore: Matteo Tontini
Categoria: videogames





Dalle sue dritte, i suoi tutorial e i suoi consigli (se così vogliamo definirli), alla sua incapacità di smettere di parlare, ho sempre trovato la sua inclusione nel gioco nient´altro che una distrazione irritante che interrompe il flusso narrativo. Attraversando piccole aree rispetto a quelle cui siamo abituati oggi, il giocatore ha la possibilità di esplorare l´ambientazione mentre incontra gli spiriti maligni e li combatte, oltre a scorrere tutti i dialoghi di Issun il più velocemente possibile.

Okami HD, la recensione: giocare con un dipinto giapponese - immagine 3

Fin dall´inizio, Issun si percepisce come un guinzaglio intorno al collo del giocatore, costantemente, e con condiscendenza dice al giocatore cosa fare, dove andare e perché. Dopo la prima fase del tutorial, continua a guidare l´utente aka lupo-divinità per tutta l´avventura. Per i giocatori giovani come lo ero io quando il gioco è stato distribuito per la prima volta, la guida perpetua potrebbe anche essere tollerata perché in fin dei conti fornisce informazioni preziose, ma quelli più maturi e avvezzi al genere troveranno Issun decisamente fastidioso. Nessuno ha bisogno di un reminder dell´obiettivo ogni pochi secondi, suvvia.



« Precedente     1  2 [3] 4  5     Successiva »   ]

Pagine Totali: 5