God of War, la recensione: Kratos invecchia, ma è al top!

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 1524119405
Autore: Matteo Tontini
Categoria: videogames





Tutto questo è accompagnato da un secondo personaggio da gestire, seppur marginalmente: Atreus. Con un tasto gli si può ordinare di scoccare frecce, ma essendo il ragazzino controllato da IA l´esito del tiro dipende dalla sua posizione. Quella che potrebbe facilmente diventare una seccatura è efficace nel modo in cui collega lo sviluppo narrativo di Atreus al gameplay. Il gioco inizia che il figlio di Kratos è piuttosto inutile e tira frecce inefficaci che, più che infliggere danni, distraggono il giocatore.

God of War, la recensione: Kratos invecchia, ma è al top! - immagine 4

Man mano che si progredisce nel gioco e si migliorano le abilità di Atreus, tuttavia, il pargolo diventa utile; meno incline a essere inadatto, più efficace con i suoi colpi. È un´evoluzione soddisfacente e rispecchia perfettamente l´arco della storia. I giochi della serie God of War hanno sempre goduto di una grafica spettacolare e imponente, con nemici giganteschi e un´architettura sontuosa. Questa direzione è ripresa nel nuovo God of War, con ambientazioni ricche di dettagli che comprendono vasti laghi, foreste, montagne e più di qualche paesaggio ultraterreno.



« Precedente     1  2  3 [4] 5     Successiva »   ]

Pagine Totali: 5