Darkest Dungeon, retrospettiva: un GDR per hardcore gamer!

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 1527489038
Autore: Matteo Tontini
Categoria: videogames





Durante l´esplorazione dei vari dungeon, generati casualmente, si compone un party con gli eroi a disposizione e si va a caccia di tesori, uccidendo i nemici e sconfiggendo i boss. Chiaramente spetta al giocatore scegliere il tipo di squadra che vuole metter su: è possibile optare per un gruppo pieno di tanker per cercare di abbattere gli avversari velocemente, o formare un team più equilibrato, portando un guaritore e un personaggio che attacchi dalla distanza.

Darkest Dungeon, retrospettiva: un GDR per hardcore gamer! - immagine 4

Il sistema di combattimento è molto simile a quello che si può trovare in altri giochi di ruolo: c´è una varietà di opzioni tra cui scegliere, come attacchi che possono avere vari effetti sui nemici - causare danni da sanguinamento, morbo e stordimento -, attacchi corpo a corpo e a distanza. Al completamento dei dungeon, l´utente viene premiato con una ricompensa, ovvero denaro e ninnoli che fungono non solo come oggetti equipaggiabili, ma anche come merce di scambio per guadagnare altro oro. Come ogni dungeon crawler che si rispetti, tali gingilli hanno diverse rarità e il giocatore, naturalmente, sarà invogliato a trovare i più singolari.



« Precedente     1  2  3 [4] 5     Successiva »   ]

Pagine Totali: 5