Darkest Dungeon, retrospettiva: un GDR per hardcore gamer!

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 1527489038
Autore: Matteo Tontini
Categoria: videogames





Per esempio, alcuni avranno un potenziale adatto alle esigenze dell´utente, poiché potrebbero vantare un certo attributo che si ritiene più vantaggioso di altri. Quindi sarebbe disastroso pensare di sostituire un eroe morto con un altro a casaccio: ogni scelta va fatta tenendo bene a mente la situazione. Gli eroi possono essere suddivisi in diverse categorie e ognuno di essi è diverso in qualche modo rispetto a un altro. Possono avere la classe differente; ma possono anche avere diverse abilità, attributi e statistiche. Ogni personaggio può anche contrarre malattie, che (ovviamente) causano qualche tipo malus, con alcune molto peggiori di altre.

Darkest Dungeon, retrospettiva: un GDR per hardcore gamer! - immagine 3

Lo stress è un ulteriore fattore di cui tenere conto: viene accumulato attraverso le esplorazioni negli oscuri dungeon, per via di attacchi dei mostri, per l´eccessivo buio qualora non si avessero torce a disposizione, e roba simile. Più alto è il livello di stress, più grande è il problema, giacché questo parametro influisce negativamente sulle statistiche del singolo, portandolo talvolta a disobbedire agli ordini impartiti dal giocatore e facendo sì che altri eroi diventino più stressati di conseguenza. Sia i personaggi malati che quelli stressati possono essere guariti visitando varie location del villaggio (sborsando una certa somma), quindi c´è sempre un´ancora di salvezza. Insomma ci sono innumerevoli aspetti da monitorare in Darkest Dungeon, se non si ha voglia di tirare le cuoia.



« Precedente     1  2 [3] 4  5     Successiva »   ]

Pagine Totali: 5