4 importanti novità di Plesk

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 1511422733
Autore: Coretech
Categoria: web



Quando si vuole un sito Web, ci sono sostanzialmente due strade da scegliere.

O lo si ospita su di un proprio server - fisico o virtuale - gestendo tutto il necessario per farlo girare, come database, web server e il server stesso… Un compito che richiede competenze e un controllo continuo…

Oppure ci si affida ad un Web Hosting Provider che, tramite un piano, fornisce tutto il necessario e si occupa della gestione e della sicurezza dell’infrastruttura sottostante: certo che se un Partner fidato sta controllando dove e come gira il sito, potrai dedicarti con più serenità allo sviluppo.

Partiamo dal presupposto che tu abbia optato per la seconda strada e che tu abbia scelto come Partner fidato CoreTech e il suo piano RocketWeb Hosting. Saprai quindi che tutti i siti ospitati dal Provider di nuova generazione girano su Plesk, una delle principali soluzioni per la gestione del Web Hosting.

Se ancora non lo sai, ricordati che puoi verificare tu stesso l’affidabilità del servizio, richiedendo una prova gratuita e su misura per le tue esigenze!

4 importanti novità di Plesk - immagine 1

CoreTech, conscia di quanto sia importante essere sempre aggiornati sulle novità di settore e dopo le molte trattazioni sull’argomento, ha pensato di analizzare brevemente quali sono state le 4 importanti news che, nel corso degli ultimi mesi, hanno arricchito Plesk, migliorandone le prestazioni, la sicurezza e la versatilità, confermando la piattaforma - ancora una volta - come soluzione al vertice di mercato.

Novità 1: siti dinamici veloci con PHP 7.1

I siti Web si dividono sostanzialmente in statici e dinamici. I primi sono pagine scritte in codice HTML che, da nome, sono ferme: come sono presenti sul server, così sono inviate al browser.
I siti dinamici invece sono generati al momento della richiesta da parte di chi visita il sito e sfruttano un linguaggio di programmazione; il più usato è PHP, rilevato nell’83% dei siti dinamici secondo il sito W3Techs.
PHP 7.1 è l’ultima versione del linguaggio, rilasciata quasi un anno fa e, naturalmente, è supportata da Plesk.
I vantaggi della versione 7 rispetto alla precedente versione 5 (...per chi se lo sta chiedendo, è stata saltata la versione 6) si traducono essenzialmente in una gestione migliore della sicurezza tramite risoluzione di bug e funzioni specifiche, in prestazioni migliori e una serie di funzioni nuove che trovano consenso tra gli sviluppatori.
Anche tra PHP 7.0 e PHP 7.1 il gap è netto: la nuova versione, come mostrano i benchmark, ha delle prestazioni migliori. Insomma, l’unico motivo per non adottare la nuova versione 7.1 ed avere un sito più veloce è legata a problemi di compatibilità. Le nuove versioni dei CMS più usati -WordPress, Joomla, Drupal, Prestashop, Magento- supportano PHP 7.1.

Creando un nuovo sito, spesso PHP 7.1 viene impostato di default. Se per motivi di compatibilità bisogna usare un’altra versione, con RocketWeb hosting è possibile farlo ed è inoltre possibile variare altre impostazioni del linguaggio di Scripting. 

Nella dashboard di gestione Plesk bisogna andare in PHP settings.

4 importanti novità di Plesk - immagine 2



[  [1] 2  3  4     Successiva »   ]

Pagine Totali: 4